Magnetoterapia: Cos’è, a che cosa serve e che sensazione si sente sul corpo

di cosa si tratta magnetoterapia

Cosa è la magnetoterapia

La terapia magnetica o magnetoterapia è una forma di fisioterapia all’avanguardia ma, non tutti sanno ancora bene che cos è ed a che cosa serve nello specifico. Si tratta di una riabilitazione sicura e non invasiva, che si avvale dell’uso di onde elettromagnetiche, in grado di interagire con le cellule senza provocare aumento di calore corporeo.

Queste onde, agiscono direttamente a livello di tessuti e non interagiscono affatto con la materia e gli organi. Nello specifico accelerano il processo di scambio ionico che avviene nella membrana cellulare, Così facendo stimolano la rigenerazione dei tessuti in seguito ad una lesione.

Ora che abbiamo chiarito cos’è e cosa si intende per magnetoterapia a grandi linee, vediamola meglio nel dettaglio.

A seconda della fonte che produce il campo magnetico, infatti, si distinguono tre diverse tipologie:

  • a bassa frequenza
  • statica
  • ad alta frequenza pulsata

Nei primi due casi si utilizzano magneti da applicare nella zona da trattare, mentre nel terzo vengono utilizzate le cosiddette onde radio, esse stimolano le cellule in profondità, permettendo così di poter curare anche gli organi interni.

Gauss e frequenza: che cosa sono e a cosa servono nella magnetoterapia

Unitamente alla magnetoterapia vi capiterà senza dubbio di sentir parlare di Gauss e frequenza ma, che cosa sono esattamente?

Il gauss non è altro che l’unità di misura del campo magnetico, i magneti utilizzati si distinguono proprio in base alla loro intensità:

  • Massima: da 7000 a 12300 gauss
  • Alta: da 3000 a 6000 gauss
  • Media: da 1000 a 2500 gauss
  • Bassa: da 300 a 700 gauss
  • Molto bassa: da 100/300 gauss

Il gauss dunque serve a misurare la densità del flusso magnetico.

La macchina per magnetoterapia è composta da uno stadio oscillatore che produce un’onda con frequenza variabile (solitamente dai 5 ai 100 hertz). Un timer scandisce il tempo dello stadio oscillatore, permette di stabilire la durata della seduta e comandarne la potenza.

Per quanto riguarda il tempo e la frequenza di applicazione è bene stabilirli sottoponendosi a controlli settimanali atti a verificare se vi sono controindicazioni e/o lo stadio di remissione dei sintomi.

Cosa si sente con la magnetoterapia sul corpo?

Siamo certi che molti a questo punto si staranno domandando “cosa si sente con la magnetoterapia?” “”fa male?”, “è dolorosa?” la risposta è: assolutamente no. Non provoca alcun tipo di sensazione  immediata in fase di terapia. Al massimo è possibile avvertire una leggera sensazione di riscaldamento che però può dipendere dall’intensità e dalla durata della seduta.

Ti potrebbe interessare anche: