Quali lavoratori devono seguire il corso aziendale di primo soccorso

corso-primo-soccorso_800x517

Secondo le norme che regolano la salute e la sicurezza dei lavoratori in Italia ogni azienda è tenuta ad avere nel suo organico uno o più lavoratori addetti al Primo Soccorso.

Per assolvere questo obbligo e per garantire l’acquisizione delle competenze di base in materia di emergenze sanitarie, i lavoratori scelti dall’azienda devono seguire un corso di primo soccorso aziendale e aggiornare la propria abilitazione ogni 3 anni. Il numero degli addetti da formare dipende sia dal numero di dipendenti che dal rischio dell’attività aziendale: questo può essere alto, medio o basso.

La divisione dei gruppi di rischio determina anche la classificazione in tre diversi gruppi di corso, differenti per modalità e durata: il corso per gruppo A include generalmente tutti i lavoratori dipendenti di aziende o unità produttive a basso e medio rischio.

Nella maggior parte dei casi le ore di lezione non sono superiori a sei. Per il corso destinato al gruppo B per le aziende con un rischio alto e per gruppo C del comparto agricoltura possono essere richiesti moduli più lunghi.

Nelle aziende con meno di cinque lavoratori dipendenti il datore di lavoro stesso può tenere la formazione sul primo soccorso, a patto che abbia frequentato a sua volta un corso specifico.

È comunque buona norma prevedere due lavoratori formati in primo soccorso ogni 10 dipendenti, per poter sempre garantire la presenza di un responsabile dell’emergenza in caso di necessità.

È possibile reperire tutte le informazioni necessarie su questo tipo di corso dal sito www.gdmsanita.it/corso-primo-soccorso-torino.php.

A cosa serve e cosa si impara ad un corso di primo soccorso per lavoratori

Il corso di primo soccorso per aziende permette ai lavoratori di ricevere una formazione di base su norme ed attività relative alla salute e alla sicurezza sul luogo di lavoro.

Durante le ore di lezione non si apprendono quindi pratiche mediche da attuare in caso di emergenza ma si acquisiscono conoscenze specifiche che renderanno il partecipante responsabile della chiamata ai soccorsi in caso di necessità.

Una volta concluso il corso il lavoratore quindi in sarà in grado di:

  • riconoscere le emergenze sanitarie,
  • sapersi accertare delle condizioni psicofisiche di un collega infortunato,
  • allertare il 118 fornendo informazioni precise ed affidabili.

Il corso può avvenire sia con formazione in aula che attraverso le modalità di e-learning: le competenze e le capacità acquisite verranno comunque sempre certificate attraverso un esame finale che permetterà il rilascio di un certificato di abilitazione valido per tre anni su tutto il territorio nazionale.

Il corso di primo soccorso aziendale è un’azione mirata a garanzia della costante salute e sicurezza dei lavoratori: i lavoratori formati sanno riconoscere le emergenze sanitarie in atto e le manovre da attivare per il corretto avvertimento dei soccorsi.

Ti potrebbe interessare anche: