I rischi e le controindicazioni della magnetoterapia

noleggio magnetoterapia a prezzi bassi con consegna a domicilio

Vi state chiedendo quali sono i rischi nell’utilizzare la magnetoterapia? Ebbene si, la magnetoterapia è una delle terapie con apparecchi elettromedicali con il minor numero di controindicazioni, confermato da numerosi studi clinici effettuati per studiare l’effetto ed i benefici delle onde elettromagnetiche.
Per il suo utilizzo, anche se non ci sono controindicazioni, ci sono situazioni che richiedono particolari precauzioni:

Precauzioni nell’utilizzo della magnetoterapia

Come controindicazioni abbiamo il sanguinamento delle ferite, la possibilità di un peggioramento del sanguinamento. Attenzione all’utilizzo della magnetoterapia sulla donna mestruata e nelle applicazioni addominali. I pazienti con pacemaker. Donna in gravidanza e malattie virali. La magnetoterapia è da utilizzare con precauzioni anche da parte di infezioni fungine e ipotensione. La presenza di placche o impianti metallici non è una controindicazione per la terapia con la magnetoterapia, perché la loro possibilità di riscaldamento è molto remota. Per i trattamenti medici, sono utilizzati di frequente i campi magnetici variabili a bassa frequenza ed intensità:
– Nella forma di impulsi isolati, sono più comunemente utilizzati nella magnetoterapia. Gli impulsi sono di forma sinusoidale, rettangolare e a dente di sega.
– L’applicazione può corrispondere a una singola polarità (monopolare, nord o sud) o oscillare tra polarità nord e sud (bipolare). Resta inteso da bassa intensità ad un valore massimo dell’intensità di applicazione non superiore a 100 Gauss per trattamenti solenoidi regionali. Per i trattamenti locali si possono raggiungere valori superiori a 300 Gauss. Tuttavia, il trattamento con magneti permanenti, le intensità sono di solito dell’ordine dei 1000 a 3000 gauss.
La sottofrequenza non è superiore a 100 Hz. Molte applicazioni sono realizzate a 50/60 Hz, quindi i buoni risultati sono ottenuti quando la frequenza della rete di corrente è alternata. Le apparecchiature per la magnetoterapia sono costituite da una console e un applicatore o solenoide. I comandi della console consentono di selezionare:
– La forma d’onda da applicare: continua, pulsata, sinusoidale, rettangolare, ecc.
• La frequenza tra 1 e 100 Hz. Come abbiamo indicato alcune unità sono fissate a 50/60 Hz.
• L’intensità da 1 a 100 gauss. Il timer, in generalmente è fino a 60 minuti, poiché le sessioni possono essere lunghe.

Il tempo e frequenza di applicazione della magnetoterapia

I trattamenti sono di solito eseguiti in cicli di 10 e 15. La frequenza è generalmente stimata tra 3 e 5 volte alla settimana. Se è richiesto, si possono fare più di una sessione al giorno. Il tempo di applicazione può variare dai 15 ai 45 minuti per sessione. I magneti portatili facilitano la continuità e la frequenza delle applicazioni. I controlli possono essere eseguiti una volta alla settimana per verificare la remissione dei sintomi. I trattamenti ambulatoriali con mini magneti richiedono una bassa potenza e hanno le dimensioni di una capocchia di spillo. Restano applicati sul corpo, sostenuti da un nastro adesivo ipoallergenico per diversi giorni. Vengono rimossi solo se producono eritema o aumentano la temperatura nella zona. In entrambi i casi, la frequenza delle applicazioni, la modalità e la durata dell’applicazione saranno influenzati direttamente dall’intensità dei sintomi, il tipo di entità e la presenza di lesioni collegate. La magnetoterapia induce il sonno, soprattutto nel momento del trattamento e migliora la qualità del sonno durante la notte. In pratica, il paziente dorme di più e dorme meglio. In alcuni pazienti un leggero mal di testa si verifica nel corso del trattamento che può essere corretto diminuendo l’intensità (Gauss).

L’utilizzo della magnetoterapia a domicilio

Gli apparecchi per la magnetoterapia sono molto semplici da usare e si prestano molto bene per cicli terapici a domicilio e può essere indicata per moltissime terapie e per tutte le patologie a carico del tessuto osseo, come ad esempio l’artrosi o l’osteoporosi. Risulta molto indicata per i ritardi di calcificazione in seguito a fratture. Oggi esistono molti operatori che operano sulle principali città ed offrono servizi di noleggio magnetoterapia con consegna a domicilio, con la possibilità di effettuare cicli di magneto a partire dai 4 Euro al giorno. Sicuramente vale la pena!

Ti potrebbe interessare anche: