Come gestire un infestazione da formiche

foto disinfestatore

Uno degli insetti più comuni e difficili da scacciare è indubbiamente la formica! E’ intelligentissima ed organizzatissima tanto da essere stata presa ad esempio in campo militare e lavorativo. Si insinua ovunque grazie alle sue dimensioni ed estrema capacità di movimento.

Zampe prensili e leggerezza la rendono capace di camminare anche appesa ai muri o ai soffitti. Le nostre case non hanno scampo, riusciranno sempre ad entrare. All’interno di un unico formicaio ce ne sono migliaia (a volte fino al milione), con diversi compiti, di diverse dimensioni (dove non riesce ad entrare una entra un’altra più piccola). Si dividono gli incarichi ma hanno un unico scopo, la sopravvivenza della regina e la nutrizione delle larve! La regina può vivere fino a 20 anni e deporre centinaia di migliaia di uova nell’arco della propria vita.

Le operaie hanno anche un compito speciale, in caso di necessità e pericolo, cominciano a costruire un nuovo formicaio altrove e poi trasferiscono larve e regina!

Costruiscono anche piccoli formicai in casa al riparo dalla vista degli umani e che fungano come “avamposto” del formicaio “madre”.

Tutto ciò non vi ricorda un’organizzazione militare?

Ma come si diffonde la formica? Le regine in origine hanno le ali! Volano nei luoghi più impensati per deporre le uova e da lì inizia la colonia. Una volta deposte perde le ali ed inizia a nutrire le prime operaie, che hanno una crescita rapidissima e vivono fino a 10 anni. Anche le operaie depongono uova, ma non feconde e che vengono usate per nutrire le altre larve. Il maschio vive giusto il tempo che serve per accoppiarsi, 10 giorni, e poi muore.

I formicai sono quanto di più affascinante si trovi in natura. Può arrivare ad ospitare fino ad un milione di formiche ed estendersi per diversi metri sotto terra! In superficie assume quel tipico aspetto a vulcano che ne è solo l’ingresso principale. Ospita al proprio interno la regina, le uova, le larve, le scorte di cibo e le operaie che ne entrano ed escono in continuazione alla ricerca di cibo.

Entrano in casa, attirate da pane, zucchero e frutta, oltre che dai rifiuti, depredano e ritornano al formicaio! In estate e primavera sono particolarmente attive. D’inverno l’attività rallenta a causa delle numerose provviste fatte durante la bella stagione, ma non si fermano comunque!

Quando vediamo un formicaio, una cosa è certa, rimarrà li molto a lungo! Come minimo per il corso di vita della regina, che è di 20 anni, e non è escluso che nelle immediatissime vicinanze non ve ne sia un altro satellite che piano piano diventerà grande e ugualmente “importante” come il principale. Tutto ciò a meno che non interveniate con una disinfestazione professionale!

Credeteci, converrà sicuramente disinfestare. La formica, da buona predatrice, interviene un po’ ovunque come dicevamo. Quello che più preoccupa è il carico patogeno che recano con loro. Passando dalla spazzatura alla dispensa, intervallando con escursioni su escrementi animali e quant’altro di disgustoso possiate immaginare, capirete che non conviene che passino su alimenti che poi mangeremo! Ah, non dimenticatevi che i bambini di solito giocano con gli insetti e gli animali domestici li mangiano. Le formiche poi, anche se raramente, pizzicano l’uomo, ed è dolorosissimo!

Essendo delle formidabili strateghe, per la disinfestazione non basta spruzzare un insetticida e via. Come abbiamo anticipato, se si sentono minacciate, cominciano subito a creare un secondo formicaio più al sicuro ma non distantissimo dalla fonte di cibo. Bisogna aspettare che rientrino tutte nel formicaio e poi attaccarle con pesticidi di non libera vendita, ma in dotazione solo a professionisti! Noi possiamo solo tenere tutto il più pulito possibile e non lasciare cibo incustodito, al resto ci penserà chi di dovere.

fonte: https://disinfestazioni.roma.it/

Ti potrebbe interessare anche: